Intimo

Racconto erotico intitolato Intimo
Un giorno mia moglie si ferma davanti un negozio di intimo, entra e chiede alla giovane commessa di poter provare uno splendido completino visto in vetrina. Nel frattemo, io intravedevo nella ragazza del negozio un certo interesse nel notare mia moglie mentre si muoveva e si specchiava. La stessa cosa notò mia moglie, che con una scusa la chiama e d'improvviso le prende una mano poggiandola sul suo prosperoso seno. La ragazza, per nulla in imbarazzo, portò l'altra mano tra le sue cosce e iniziarono a strusciarsi a vicenda, slinguettandosi a toccandosi. Dopo coinvolsero anche me, cominciando a spogliarmi. La commessa afferrò il mio cazzo tra le mani e cominciò a segarlo, mentre mia moglie gli leccava la fighetta tutta bagnata e depilata; una volta bella lubrificata portò il cazzo dietro di lei, messasi alla pecorina, se lo fece infilare tutto: cominciai a spingere e nel momento di venire mia moglie lo tirò fuori e se lo mise in bocca. Ma la ragazza voleva bere anche lei e così inchinandosi cominciaronoa a sbocchinare entrambe e a bere la mia sborra; dopo di che una masturbava l'altra fino ad avere un orgasmo esagerato.