La diplomata

Racconto erotico intitolato La diplomata
Sono una giovane diciannovenne diplomata che lavora presso uno studio legale con un avvocato di 55 anni e due giovani assistenti. Un giorno, stanca di quel lavoro, mi presento allo studio con una mini gonna nera senza niente sotto, una camicetta bianca trasparentissima e stivali dal tacco altissimo. I giovani praticanti mi vedono e senza farlo apposta mi versano dell'acqua adosso così che dalla mia camicetta si potesse vedere tutto. Li guardo, mi alzo e, vogliosa di sesso, mi sdraio sulla scrivania e mi tocco. Loro non perdono tempo e mi inziano a leccare, incularmi e chiavarmi come non mai: io godo come una pazza, lo prendo tra le labbra facendo un mega pompino con sborra in bocca, me lo succhio tutto mmmhh che goduria e mentre uno me lo inculava, faccio una sega a due mani all'altro e tutto continua così fino a quando non mi sborrano su tutto il corpo per poi pregarmi di leccarmi le tette... è stato il giorno di lavoro più bello della mia vita.